...

Il castello di Pornello, il cui toponimo richiama una folta vegetazione di pruni, ha origini molto antiche, essendo già citato nelle cronache del 1137 quando il conte Ottone lo assegna al vescovado di Orvieto.
Signoria dei Monaldeschi nel 1342, Pornello diventa infine feudo dei conti di Marsciano, per poi passare alla famiglia Dolci, discendente dei Montemarte.
Verso il 1600 la Cronaca della Provincia Serafica di Assisi annovera Pornello tra le proprietà dei conti Polidori di Orvieto. Dal Catasto Orvietano del 1798 risulta che i nobili Manieri hanno acquistato Pornello.
Nel 1971-72 gli eredi dei Manieri vendono le loro proprietà allo Stato e nel 1980 queste passano alla Regione Umbria. Attualmente è di proprietà della famiglia Corneli.
Oggi Pornello è un borgo immerso nel verde delle colline sanvenanzesi, a pochi chilometri dal famoso complesso della Scarzuola. Le sue campagne sono meta turistica grazie alla presenza di qualificate strutture ricettive.