Pornello

Il Borgo

Il Borgo

Il castello di Pornello, il cui toponimo richiama una folta vegetazione di pruni, ha origini molto antiche, essendo già citato nelle cronache del 1137 quando il conte Ottone lo assegna al vescovado di Orvieto.
Signoria dei Monaldeschi nel 1342, Pornello diventa infine feudo dei conti di Marsciano, per poi passare alla famiglia Dolci, discendente dei Montemarte.
Verso il 1600 la Cronaca della Provincia Serafica di Assisi annovera Pornello tra le proprietà dei conti Polidori di Orvieto. Dal Catasto Orvietano del 1798 risulta che i nobili Manieri hanno acquistato Pornello.
Nel 1971-72 gli eredi dei Manieri vendono le loro proprietà allo Stato e nel 1980 queste passano alla Regione Umbria.
Attualmente è di proprietà della famiglia Corneli.
Oggi Pornello è un borgo immerso nel verde delle colline sanvenanzesi, a pochi chilometri dal famoso complesso della Scarzuola.
Le sue campagne sono meta turistica grazie alla presenza di
qualificate strutture ricettive.

The Village

The Castle of Pornello, whose name recalls a thick foliage of blackthorns, has ancient origins, being already mentioned in the chronicles of 1137 when Count Ottone assigns it to the bishopric of Orvieto.
In 1432 Pornello belongs to the Signoria of the Monaldeschi. Later on, it becomes a fief of the Counts of Marsciano, then it is made over to the Dolci family, descendant of Montemarte.
Around 1600 the Chronicle of the Seraphic Province of Assisi lists Pornello among the properties of the Counts Polidori of Orvieto. In 1798 the land register of Orvieto shows that the noble Manieri have bought Pornello.
In 1971-72 the heirs of Manieri sell their estates to the Italian State and in 1980 those are handed to the Umbria Region. Nowadays, it is owned by Corneli’s family. Nowadays, Pornello is a village nestled among the green hills of St. Venanzo, a few kilometers away from the famous complex of “La Scarzuola”. Its countryside is a tourist attraction thanks to the presence of qualified accomodating structures.

Torna su